Notizie montagna

Gita al Piz Minor 18.02.2018

c61a109a-3067-4468-bdfd-b0d6144d1b45

Giornata splendida, cielo azzurro. Ci siamo ritrovati alle 7:00 di mattina al parcheggio del Palazzo Mengotti e alle 7:45 eravamo pronti al parcheggio Lagalb Curtinatsch con gli sci ai piedi.

 

 

È il punto di partenza per la vetta che ci eravamo prefissati di raggiungere: Piz Minor 3049 m s.l.m.. Dopo esserci divisi in due gruppi, ci siamo diretti verso la Val Minor salendo regolari lungo la sponda meridionale del Piz Alv. Abbiamo raggiunto in seguito una ripida gola chiamata Val Verda percorribile a zig-zag vista l'elevata pendenza che può raggiungere i 35°. In seguito alla ripida salita abbiamo potuto rilassarci su di un falsopiano chiamato Plaun Verd. Da questo punto abbiamo proseguito in direzione est risalendo i ripidi pendii sottostanti all'antecima del Piz Minor fino a quota 2800 m s.l.m.. Da lì in poi si allunga un ripido pendio che conduce all'avvallamento fra la cima principale e l'antecima del Minor. Dopo averlo superato senza grosse difficoltà siamo proseguiti risalendo a zig-zag il ripido pendio che conduce alla sella situata fra le due cime del Minor. Qui abbiamo depositato gli sci e dopo aver levato le pelli di foca e sorseggiato una tazza di tè ci siamo incamminati verso la cima del Piz Minor. Finalmente alle 11:45 siamo giunti in vetta e dopo aver scattato alcune foto ci siamo incamminati subito verso la sella a causa del forte e gelido vento che spazzava la cima. Dopo aver messo gli sci ai piedi ci siamo buttati a capofitto lungo i meravigliosi canaloni del versante meridionale del Minor. A quota 2700 m s.l.m. ci siamo fermati e abbiamo mangiato i nostri gustosi panini. Dopo questa breve pausa siamo scesi lungo i ripidi canali della Spuondas Minor e in seguito alla Val Minor siamo giunti al parcheggio Lagalb Curtinatsch; il nostro punto di partenza. È stata un'avventura indimenticabile e ci siamo divertiti un sacco.

Elia Beti e Ewan Cortesi

 

Galleria fotografica