Notizie montagna

Nuovo RECORD allo Sprint Val da Camp 26.01.2018

IMG 0258

 NUOVO RECORD allo Sprint Val da Camp : 24.59 di Marino Zanetti

 

 

 

 

 

Un leggero nevischio e le temperature per niente fredde, per essere a fine gennaio, hanno fatto da cornice al 20º Sprint Val da Camp e 3ª Spasegiada in Val da Camp! Una cinquantina i concorrenti tra quelli che hanno partecipato allo Sprint e quelli che hanno deciso di intraprendere la gara da Sfazu a Lungacqua come una passeggiata, ognuno con il proprio ritmo.

Nadia Garbellini Tuena
Collaboratrice de Il Grigione Italiano

Causa forse l'influenza che in questo periodo sta tenendo a letto molte persone, gli iscritti alla ventesima edizione dello Sprint Val da Camp, organizzata venerdì sera 26 gennaio 2018 dalla Sportiva Palü Poschiavo, che vede gli appassionati di sci da türa cimentarsi in una gara lungo la strada che da Sfazu porta a Lungacqua, non erano tanti. La stessa cosa è stata anche per i partecipanti alla terza edizione della Spasegiada in Val da Camp, ovvero una "trasferta", una tipica passeggiata nel magnifico paesaggio della Val di Campo, dove non ci sono né vinti né vincitori, tutti possono partecipare, queste le uniche regole: si parte tutti assieme, chi con i tipici sci da türa, chi con gli sci di fondo, chi con le ciaspole, chi semplicemente a piedi, magari tutti in famiglia: papà, mamma e figli. Alla fine tre fortunati partecipanti riceveranno un premio a estrazione! La manifestazione è stata bella comunque e come sempre il tutto ben organizzato. Una delle novità di questa edizione è stato il cambio della guardia del responsabile del settore montagna, Andrea Beti è infatti subentrato dopo 7 anni a Remo Cortesi. Ciascun partecipante ha potuto ritirare il proprio numero di pettorale presso il Ristorante Rossi a Sfazù, distribuito dalla presidente della SPP Michela Compagnoni-Rada coadiuvata da Tiziana Micheli. Per quello che riguarda lo Sprint è stata la fortuna a designare l'orario di partenza: ossia ogni persona estraeva a sorte un numero che corrispondeva all'orario. I partecipanti alla Spasegiada sono partiti puntuali tutti assieme alle ore 19.00, mentre quelli dello Sprint alle ore 19.45 a distanza di 30 secondi tra un concorrente e l'altro. La lunghezza del tracciato era di 4.7 km per un dislivello di 340 m e le condizioni della pista erano, dichiarazioni del vincitore Marino Zanetti: "la neve era veloce, forse un po' molle, temperatura ideale"! Il bello di questa manifestazione è senza ombra di dubbio sempre il dopo gara. Essendo fissato l'arrivo nelle vicinanze del Rifugio Saoseo a Lungacqua, i partecipanti, chi vuole naturalmente, si fermano poi a cena dalla famiglia Heis, gerenti del rifugio. Qui oltre che venir effettuata la premiazione, gli atleti si fermano a parlare del più e del meno, siccome ce ne sono di quelli che partecipano da anni alla gara ormai si conoscono e si fermano ben volentieri a scambiare quattro chiacchere con persone diventate amiche grazie allo Sprint e che magari si vedono solo in quell'occasione. Sul podio assieme a Marino Zanetti (classe 1994) che ha fissato il record di gara in 24.59, (nel 2016 sempre record di Marino Zanetti 25.06) sono saliti il bravissimo atleta poschiavino Matteo Jochum (classe 1996) tempo brillante anche il suo: 26.39 e al terzo posto Muscetti Marcello (classe 1999) di Sondalo, tempo di gara per il valtellinese: 27.58. Per le donne al primo posto si è imposta Michela Benzoni (classe 1978) di Samedan tempo per lei 31.51, al secondo posto Lucia Anna Pianta (classe 1965) di Tirano, con il tempo di 36.02 e al terzo posto l'atleta di casa Ursina Badilatti (annata 1982) molto buono anche il suo tempo di gara: 36.52. Lo Sprint Val da Camp ha anche una sua classifica interna che ha visto premiato i seguenti atleti:
Miglior Valposchiavina: Badilatti Ursima (36.52)
Miglior Valposchiavino: Marino Zanetti (24.59)
Concorrente più anziano/a: Luigi Badilatti (1949)
Concorrente più giovane: Nicola Costa (2000)
Se in questa classifica il concorrente ha già ricevuto un premio, la SPP ha dato il
Premio al secondo classificato. Perciò hanno ritirato il premio per:
la miglior Valposchiavina: Badilatti Ursina
il miglior Valposchiavino : Matteo Jochum .


Ai partecipanti alla 3a Spasegiada in Val da Camp invece, sono stati sorteggiati tre premi.
A nome della SPP la presidente Michela Compagnoni-Rada ringrazia gli sponsor: Banca Raiffeisen Valposchiavo, Graubünden Sport, Stile Alpino Samedan, e tutti coloro che hanno aiutato per l'ottima riuscita dello Sprint.

 

CLASSIFICHE SPRINT VAL DA CAMP 26.01.2018

GALLERIA FOTOGRAFICA